Global Positioning System
Cosa è il G.P.S.
È un sistema di posizionamento globale (Global Positioning System) basato sulla ricezione di segnali radio emessi da una costellazione di satelliti artificiali NAVSTAR (NAVigation Satellite Timing and Ranging). La denominazione completa del sistema è quindi: NAVSTAR GPS
È stato progettato in modo da permettere, in qualunque ora del giorno e in qualunque luogo della Terra, il posizionamento tridimensionale e in tempo reale di punti anche in movimento.
È gestito dal Ministero della Difesa degli USA.
Il posizionamento GPS può essere eseguito secondo varie modalità:
• Posizionamento assoluto: le coordinate di un punto sono determinate, in tempo reale, in un sistema di riferimento globale (navigazione);
• Posizionamento relativo: vengono determinate (in post elaborazione) le componenti del vettore (baseline) che unisce due vertici; la posizione di uno dei due vertici deve essere nota (applicazioni topografiche e geodetiche);
• Posizionamento differenziale: simile al posizionamento assoluto (si ottengono le coordinate di un punto) ma eseguito correggendo le distanze satellite-ricevitore con una correzione differenziale calcolata da una stazione “base” e trasmessa in tempo reale ad idoneo ricevitore munito di radio-modem (applicazioni nel campo dell’aggiornamento cartografico, acquisizione e aggiornamento dati GIS);
Le misure GPS possono essere:
statiche: il ricevitore rimane sul punto per un certo tempo;
cinematiche: il ricevitore è in continuo movimento.
Il posizionamento può essere eseguito:
• in post elaborazione: vengono elaborati i dati dopo l’acquisizione nelle varie stazioni;
• in tempo reale: le coordinate del punto sono disponibili direttamente al momento del rilievo.
 

Perché il GPS?

 - Non è più necessaria la visibilità tra i due punti da misurare;

- Le condizioni atmosferiche non costituiscono più un ostacolo alle misure;

- La precisione è la stessa per tutti i punti determinati;

- Le misure vengono eseguite là dove c'è bisogno di materializzare il punto da rilevare. Di conseguenza sparisce la ricerca, faticosa e a volte anche affannosa, di punti dominanti per garantire il collegamento con punti precedenti e successivi;

- Omogeneità del sistema di riferimento: di ogni punto si hanno sempre le coordinate cartesiane (x,y,z), le coordinate geografiche ellissoidiche WGS 84 (Word Geodetic Sistem 1984) e la distanza spaziale tra tutti i punti stazionati con appositi ricevitori;

- Alte precisioni geodetiche;

- Non serve più effettuare lunghe e laboriose ricerche nei vari archivi per individuare i trigonometrici di inquadramento;

- Si può operare giorno e notte;

- Rapido e preciso sistema di misura;

- Per tante applicazioni.